Gabriella Locci

Gabriella Locci

Impegnata nella sperimentazione e ricerca nelle arti visive, approfondisce sperimenta le tecniche incisorie e i procedimenti di stampa di grande formato. Su commissione di enti pubblici, ha realizzato progetti di interventi nello spazio urbano. Ha fatto parte del “Gruppo Interdisciplinare di Ricerca e Sperimentazione” del Dipartimento di Scienze Matematiche dell’Università di Cagliari. E’ stata docente presso l’Istituto Europeo di Design di Cagliari. All’inizio degli anni novanta ha creato nel suo Atelier la struttura di sperimentazione e ricerca Casa Falconieri che, con il suo modello fortemente innovativo di gestione aperta e sperimentale del settore dei linguaggi incisori, ha delineato nuove linee guida che ottengono riconoscimenti internazionali.

Dal 1996 al 2001 ha collaborato con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari, ideando il progetto internazionale I Luoghi del Segno. Invitata in Romania nel 2001dal Ministero della Cultura come “Artist in residence” nel 2011 è “Artist in residence” nel Centre d’Art Contemporain de Essaouira in Marocco.

Dal 2001 struttura Workshops di Sperimentazione e Ricerca nel campo dell’incisione originale coinvolgendo artisti della Sardegna e dei paesi europei. Ha tenuto workshop di incisione sperimentale in diverse istituzioni tra cui la Facoltà di Belle Arti di Cuenca e il Consorcio Goya-Fuendetodos. Commissaria in concorsi internazionali dedicati all’incisione, ha collaborato con strutture quali IKAS-ART, Estampa e Premio Acqui.

Dal 2006 al 2010 ha rappresentato il Ministero della Cultura italiano nella Fondazione Teatro Lirico di Cagliari ideando il progetto espositivo internazionale MAT.

Ha ideato e cura progetti quali “I Luoghi del Segno”, “Viaggiatori/Viajeros”. Nel 2011 è presente alla 54° Biennale di Venezia; in tale occasione il museo MAN di Nuoro, a cura dell’allora direttore Cristiana Collu, le dedica una mostra personale di approfondimento sul suo percorso artistico. Nel 2012 è artista invitata a Dresda per la rassegna Ostrale Internationale Ausstellung zeitgenössischer Künste.

Promotrice di progetti dedicati alla diffusione dei linguaggi incisori e al loro continuo rinnovamento, è fondatrice e presidente del Festival Internacional de Grabado F.I.G. di Bilbao.

Nel 2015 crea il progetto D’ART.

Sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private in Belgio, Svizzera, Italia, Polonia, Spagna, Paraguay, Portogallo, Serbia, Giappone.